eh cookies

domenica 20 luglio 2014

Perché essere identitari, oggi

Perché essere identitari, oggi


"E sia. Nel sottosuolo cerca dunque il tuo destino. Finora nessuno fra quanti ti hanno preceduto ha mai pensato diversamente"
("La casina nel bosco", epilogo in forma di fiaba di "Che cos'è la tradizione?", Elémire Zolla)


Dopo un certo periodo di silenzio, pubblichiamo un testo ben più lungo del solito, che in parte riassume alcune questioni, in parte accumula vari spunti, tutti comunque convergenti in una tesi riassumibile nell'idea che l'Europa attuale e l'Occidente siano il risultato di successivi, anche se spesso (apparentemente?) contrastanti processi di imposizione culturale (e genocida) di alcune minoranze rispetto alle maggioranze popolari europee. La tesi non entra nello specifico di alcune questioni storiche, specie sulle ragioni delle varie forme di genocidio prodottesi in Europa negli ultimi duemila anni, ma contesta la mancanza di attenzione rispetto all'importanza del radicamento e della capacità autoctona di creare e produrre, in senso identitario e in senso economico. Tale testo verrà sviluppato ulteriormente nel tempo. Qui trovate l'indice e, ovviamente, più avanti il testo.


INDICE


- Preambolo (pag. 3)
- Riguardo il "movimento per la casa" in Italia (pag.3)
- Una nota su Oswald Spengler (pag. 5)
- Un fantasma in Europa: il mondo contadino (pag. 6)
- Tutte le strade portano in città (pag. 7)
- Karl Marx e l'egoismo contadino (pag. 8)
- Holodomors of the West World Unite! (pag. 8)
- Gli USA negli anni '80: l'amaro raccolto (pag. 10)
- Nemici in casa propria 1: "una mattina mi son svegliato... e ho trovato l'invasor..." (pag. 11)
- Nemici in casa propria 2: Pier Paolo Pasolini (pag. 12)
- Il nemico (pag. 13)
- Che cosa sarà ancora amato tra venti o trent'anni? (pag. 14)
- Nemici in casa propria 3: Stormfront Italia (pag. 15)
- Nemici in casa propria 4: Manif pour Tous in Francia (pag. 17)
- Genocidi e retorica (pag. 19)
- La cosa più vicina possibile al comunismo: la piccola-media impresa (pag. 22)
- Per finirla con "la mia patria è dove si combatte per la mia idea" (pag. 28)
- Postambolo in due parti:
                                     Una fiaba (pag. 32)
                                     Un film (pag. 33)
- Note (pag. 33)